Angela Ambrosini Angela Ambrosini vive a Città di Castello (Perugia) e insegna spagnolo al Liceo Linguistico di Sansepolcro (Arezzo). Scrive poesie, racconti e coltiva interesse per la traduzione letteraria dallo spagnolo. Ha conseguito il Master in Traduzione Letteraria presso l’Università di Siena e al suo attivo ha traduzioni di prosa e poesia dallo spagnolo, alcune in fase di pubblicazione. Ha realizzato alcune recensioni e studi critici su autori spagnoli (tra cui “Fama e marginalità di Francisco Villaespesa: studio sull’ ultimo modernista”, Guerra, Perugia, 1983) e sua è la traduzione italiana del “Don Juan” di Gonzalo Torrente Ballester (Edizioni Jaca Book, 1985). Figura tra i vincitori e i segnalati in oltre cento concorsi nazionali e internazionali di poesia e narrativa e molte sue opere, sia di prosa che di poesia, sono presenti nelle raccolte antologiche di premi letterari. Dopo “Silentes anni”, Ed. Tracce, Pescara 2006, opera prima di poesia (segnalata nei Premi Letterari “Firenze Capitale d’Europa” 2006 e “Insula Romana” 2007, Gran Premio Speciale della Giuria “Città della Spezia” 2007”, Premio Speciale Unico per l’Umbria “Histonium” 2007 e 9° classificato al Concorso Nazionale di Poesia “La Gorgone d’Oro” 2009) ha pubblicato il libro di racconti, “Semi di senape”, L’Autore Libri, Firenze, 2007 (opera segnalata al concorso “Marco Tanzi” 2008, Premio della Giuria al Premio Internazionale “Borgo Ligure” 2008, Menzione di Merito Premio Letterario Nazionale “Santa Margherita Ligure-Franco Delpino” 2008) e la silloge poetica “Fragori di rotte”, Ed. Tracce, 2008, vincitrice del Concorso Nazionale “Scriveredonna” 2007 presieduto da M. L. Spaziani e con la partecipazione della stessa Spaziani presentato a L’Aquila nel mese di novembre 2008. La stessa silloge ha conseguito la menzione d’onore al “Premio Letterario Poseidonia Paestum”, Edizione 2009 e il 4 posto assoluto al Premio “Il Portone” di Pisa, Ed. 2009, il Premio "Pergola d'Arte" del Concorso "Lilly Brogi" 2009 e si è classificata finalista al Premio "Firenze Europa- Mario Conti" 2009. Suoi componimenti, unitamente a un profilo critico, sono inseriti nel volume “Solchi di scritture”, a cura di Rodolfo Tommasi (Ed. Helicon, Arezzo, 2007), nelle Agende “Arte e Pensiero” 2008, 2009, 2010 (Ed. Helicon) e "Il segreto delle fragole, Poetico diario 2010" (LietoColle), nel II Volume della “Letteratura italiana. Poesia e narrativa dal Secondo Novecento ad oggi” e suo corrispondente volume “I Testi”, a cura di Lia Bronzi (Ed. Bastogi, 2007-2008), in "I poeti italiani e la critica" (Bastogi 2009), nell’Antologia a carattere parascolastico a cura di Massimo Scrignoli “Le Strade della Poesia” di Book Editore (Ferrara, 2009 e, per le stesse Edizioni, nei Quaderni de "Il Calamaio" 2009 e nel volume antologico "La poesia, l'uomo, la città" (2009). Sue liriche in lingua spagnola sono pubblicate nelle antologie del “Centro de estudios poéticos” di Madrid (2006, 2007, 2008). Nel volume XII (Italiano-Inglese) della collana “Poeti Italiani nel Mondo”, Ed. Book Ferrara, maggio 2009 e nell' Antologia di New York (La Versiliana Editrice 2009)sono pubblicate le traduzioni inglesi di due sue poesie. Collabora a riviste letterarie sia con versi che con traduzioni. Recensioni dei suoi libri sono uscite nelle Riviste “La Nuova Tribuna Letteraria” (2° trimestre 2009 su Fragori di rotte, 2° trimestre 2008 su Semi di senape), “Paideia-Quaderni di poesia”, primavera estate 2009 su Fragori di rotte), “Il Convivio” (2007, 2008 e 2009) , “L’Alfiere” (2006, 2007 e 2009), “Bacherontius” (ottobre 2009 su “Fragori di rotte” e “Semi di senape).
  • Controcanto di Angela Ambrosini Tempus manet – La lentezza dell’ore è spietata, per chi non aspetta più nulla. Cesare Pavese Tutto quello che resta della mia vita è il tempo. Tempo che ramifica nel tempo, insemina la carne, infuria negli ipogei della mente, gli stessi che il giorno lenisce d’inganni quieti e certi, certi come la vita che è [...] 11 responses 15 Giugno 2012
  • Pentagramma di Angela Ambrosini A una badante – Sciorinati giorni dispersi, cenci all’aria insaziabile Clemente Rebora – Quelle albe sottili di malcelati addii, quel fulgore di tuoni e grida di sole ferito sulla banchisa del tempo. Quel germe di speranza in un pugno di sogni arresi al caso, al dovere, all’altro. Presto avranno pace per te. Dove ti ha [...] No responses 27 Settembre 2011
  • Silentes anni di Angela Ambrosini Ritorno in Dalmazia – Aspro è il monte nel moto di cieli chini su giogaie di calcare. Cosa celi la strada oltre ombre d’ulivi e bianca pietra d’assolate case non so, tanto tempo è passato che quasi mi sorprendo d’esser stata bambina. E ti rammento, a fragori di scirocco prona o da bonaccia ammutita nell’afrore [...] 18 responses 30 Novembre 2009
  • Semi di senape di Angela Ambrosini I segnali luminosi sopra i posti numerati si accesero evidenziando il divieto di fumo e l’obbligo di allacciarsi le cinture di sicurezza. L’impianto d’aria condizionata cominciò a emettere un lieve sibilo, presto inghiottito dal rombo crescente dei motori e dallo sferragliare delle ruote sulla pista. Dal finestrino poteva vedere solo le luci dell’aeroporto fibrillare a [...] 30 responses 14 Luglio 2009