Andrea Masotti Andrea Masotti, nato nel 1953 a Bologna, medico, appassionato di storia, negli ultimi anni ha ricevuto riconoscimenti per la poesia e la narrativa, in quest’ultima i Premi Silarus, Leggimontagna, Racconti nella Rete, il Molinello, Lilly Brogi. Collabora con la rivista letteraria Pomezia-Notizie, su cui sono usciti racconti, poesie , recensioni. Nel marzo 2010 i quaderni letterari Il Croco hanno pubblicato la silloge di poesia “Sotto un cielo troppo azzurro”. Racconti e poesie sono pubblicati anche nelle antologie di Giulio Perrone Editore, è tra i selezionati in twitteratura editi nelle pagine culturali del Sole 24 ore. Nell’anno 2010 sono stati pubblicati racconti ne: Il Gioco dei Quindici, Quando avevo undici anni e Capace di intendere e di volare, editi da Giulio Perrone, e il primo romanzo dal titolo Intrigo sulla Moskova, Editore Ibiskos Ulivieri. N.B. tra gli scritti in circolazione nel web con il mio nome e cognome alcuni non sono miei ma di un omonimo.
  • San Pietroburgo Sotto una volta tersa mi guarda l’occhio azzurro della notte scivola il battello su promesse dimenticate mani salutano dai ponti poi l’estuario ci ingoia si arrampica un sorriso su campanili d’oro che trafiggono poemi di silenzio promesse nuove increspano le acque le liceali additano felici il loro specchio: la Fontanka verde. Non so quando ti [...] 5 responses 10 novembre 2010
  • Rossana – Non ho mai chiuso occhio. Mi sono alzato alle quattro e mi sono cotto un piatto di spaghetti – la voce rauca del pensionato si udiva in tutta la piazzetta antistante il molo. – E la cazzuola dove l’hai messa? Mai ti ho visto senza cazzuola – i due confabulavano per l’auditorio, per noi [...] 4 responses 1 ottobre 2010
  • Intrigo sulla Moskova di Andrea Masotti Russia, luglio 2008 – Svetlana e Victor – Il sole basso del pomeriggio accende di verde brillante il susseguirsi monotono di abeti e betulle dalle foglie d’argento. Sopra il saliscendi delle chiazze di bosco, tra i rari declivi delle alture e delle sterrate tra le izbe, un cielo grande come l’Asia copre il mio animo [...] 28 responses 8 giugno 2010
  • Il bacio sbagliato Vacanze al mare a undici anni. E’ sempre difficile farsi accettare in una compagnia, soprattutto se gli altri si conoscono già da tempo. Non ricordo il nome dell’Albergo, uno dei tanti palazzoni, oggi démodé, che costeggiano la riviera. In spiaggia, ero appena arrivato dalla città e nei mesi precedenti ero stato quasi sempre ammalato, ero [...] One response 14 aprile 2010
  • Il sogno Notti respirano sibili increduli donne truffate dal giorno sognanti bluastre rondini smarrite. Gorgoglioacqueo vinoazzurro reggae d’onde. E poi lavarsi asportare una patina dal volto implacabile dimenticare svegliare maschera dopo maschera ritornare. Ritornare sognanti bluastre rondini smarrite. No responses 24 gennaio 2010
  • Hadhihi al-layla – Questa notte – A chi tocca ? Non c’ero io ? – quasi me ne torno a casa. Sono due ore che aspetto in piedi ! Quando si arriva in tanti c’è troppo cicaleccio, gli astri si dovrebbero ammirare nel silenzio. Un’altra serata persa con il circolo culturale, era meglio seguire la partita a casa, credo che… [...] No responses 17 gennaio 2010
  • NO CMQ SVB Maggio di un anno qualsiasi, dopo il 2000. Per voi. Per me il maggio della maturità, del latino, di Kirkegaard, delle equazioni a due incognite. Di Pasolini e dei Ragazzi di vita. E quale vita ? La futura è la faccia dei prof: quella dimessa e sarcastica di Baldi, cos’ha da sogghignare con lo stesso [...] 4 responses 9 maggio 2009
  • D’improvviso Si alzerà un vento improvviso un vento si alzerà solleverà giacche e cappelli sospesi nel cinguettio incessante adagio adagio in aria leverà vento che sale da terra e pietre siederò su un gradino guardando le scarpe impolverate pulirle con due dita sarà un gioco e poco a poco parlerò con te di nuovo parlerò le [...] 16 responses 7 novembre 2008