(Luigi Gaudenzi)
Compenso la perdita del tuo amore.
 Colmo i miei giorni di indeboliti versi.
Appoggio la penna alla carta.
Parole che non scrivo.
Indugio fuori ermeticamente.
Nemmeno il destino adesso è di casa.
La dipartita lascia ferite non rimarginabili.
Assente e invisibile oramai.
Rimane tutto come hai lasciato.
Manca l’essenza dentro il vuoto.
Attendo ipotetici segnali di ritorno.

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

Archived in Senza categoria and tagged . Bookmark the permalink.

5 thoughts on “Sguardi ermetici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine