Onde

Articolo precedenteArturo
Articolo successivoDel tuo amore imperfetto


Fulgidi raggi
a ferire la notte,
di luna
son onde
a scolpire
i tuoi fianchi.
Corpi dissolti
in stanca rugiada,
e valve
e conchiglie
colme di pianto.
Un ultimo
fremito
sciolto nel buio
e dolce
è morir
su tiepido nido.

© 2006, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti

6 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

 Togli la spunta se non vuoi ricevere un avviso ogni volta che c'è un commento in questo articolo
Aggiungi una immagine

© 2020, Blog degli Autori. Tutti i diritti sono dei rispettivi autori dei contenuti